Vai al contenuto

Report Estetica e Giovinezza

Cos’è, l’invecchiamento?

Possiamo definirlo  la progressiva perdita delle capacità di adattamento agli stimoli ambientali. Ma la modalità con cui invecchiamo può essere modulata.

Perché non conta l’età anagrafica ma quella biologica, anzi, mitocondriale.

I mitocondri sono il motore delle nostre cellule: a loro si deve la produzione di energia, in gergo ATP, che proviene dall’idrogeno (in arrivo dal cibo) e dall’ossigeno (aria che respiriamo).

Oltre a questo ruolo, i mitocondri hanno quello di modulare la risposta delle cellule immunitarie  sia ai patogeni, sia verso le cellule danneggiate. Ma per farlo devono essere sani e intatti. Ebbene, gli stili di vita che  favoriscono un forte e resiliente sistema immunitario  sono associati alla funzione mitocondriale. Dimmi che mitocondri hai e ti dirò quanto velocemente invecchierai!

L’ossidazione cellulare, lo stress, l’inquinamento, il cibo spazzatura o povero di nutrienti, sono la causa primaria della cosiddetta immuno-senescenza. Ovvero dell’invecchiamento.

L’alimentazione ottimale è quindi un fattore determinante per modulare l’invecchiamento e svolge un ruolo significativo nel mantenimento della funzione immunitaria!

Un check up completo in 15 minuti: carenze nutrizionali, interferenze ambientali

Oggi, la scienza ci consente di avere uno screening preciso e non invasivo del sistema corpo: nelle mani di un medico, il test SDrive rappresenta il navigatore perfetto per giungere all’obiettivo della prevenzione, della salute, del benessere.

Bastano 4 radici di capello e il dispositivo SDrive, collegato a un computer per la trasmissione dei dati al sistema di Intelligenza Artificiale collocato ad Amburgo. Pochi minuti e avrai un check-up completo:  un report personalizzato che che, nelle mani di un professionista della salute, potrà  guidarti verso l’ottimizzazione del tuo benessere e il rallentamento dell’invecchiamento.

Perché usiamo il bulbo del capello?

Le informazioni ottenute dai capelli appena prelevati (testati entro 3 minuti dal prelievo) sono molto rilevanti non solo per orientare la persona al benessere ottimale, ma per modulare l’invecchiamento.
La strategia nutrizionale è il primo elemento essenziale che si ricava dal report epigenetico. Il capello è uno dei bio marcatori più importanti del nostro organismo e le informazioni raccolte attraverso il bulbo evidenziano molte problematiche in nuce, prima che esse si manifestino effettivamente.
I capelli e le loro radici devono essere prelevati dalla nuca. Le informazioni d’onda hanno un vantaggio fondamentale: rilevano problemi nutrizionali o di altra natura prima che diventino una vera e propria carenza o di trasformino in una necessità fisica.
Quindi, il report epigenetico può indicare livelli nutrizionali insufficienti o risorse inadeguate nonostante i tradizionali esami dei liquidi -come l’esame del sangue- mostrino livelli normali.

Inoltre, la visione dei parametri complessivi del corpo consente di valutare lo stato dei sistemi endocrino, immunitario, cerebrale, gastro intestinale, in maniera precisa.
Le onde non sono una misura fisica ma un vettore di informazioni in costante evoluzione e consentono di tracciare un quadro completo, a supporto di ogni altro parametro fisico.
Avere questo quadro permette alle persone di considerare delle misure preventive per contrastare l’invecchiamento prematuro, correggere potenziali debolezze cellulari e affrontare altri problemi associati a un profilo nutrizionale non ottimale.
Le informazioni d’onda rilevate attraverso i bulbi piliferi decadono rapidamente dopo pochi minuti: è quindi fondamentale testare i capelli completi di radice entro tre minuti dal prelievo sulla nuca del cliente.