Vai al contenuto

Report Bambini

Bassa energia, problemi del sonno, sistema immunitario debole, scarsa concentrazione, irritabilità, dolori, lento recupero, suscettibilità alle lesioni sono solo alcuni dei problemi a cui assistiamo quotidianamente. In particolare, preoccupa l’aumento delle malattie croniche, che ormai interessano il 40% della popolazione.

Vuoi garantire a tuo figlio un reale benessere? Quali fattori stanno danneggiando il suo organismo e le sue cellule?

Per garantire a tuo figlio un reale benessere e per prevenire l’insorgere di patologie, è necessario assicurarsi che i processi organici funzionino in armonia.
Qualsiasi fattore ambientale, o le carenze nutrizionali, possono ripercuotersi sulla funzionalità delle cellule  e quindi sulla salute a 360°.

Gli alimenti trasformati e raffinati, il ridotto apporto nutrizionale, le tossine e le sostanze chimiche, i campi elettromagnetici a frequenza estremamente bassa sono responsabili di danni a livello cellulare che non possiamo vedere, ma che agiscono a livello silente.

I danni si espletano in primo luogo sulla qualità delle nuove cellule che il corpo crea per ripararsi e, in secondo luogo, sul sistema nervoso e sui processi enzimatici responsabili di tutti i processi fisici.

Il test dei marcatori epigenetici SDrive può dirci in 15 minuti cosa è in squilibrio e aiutarci a correggerlo

Con il semplice prelievo di 3 o 4 bulbi di capello e un piccolo campione di saliva, possiamo analizzare ogni elemento del sistema corpo, in maniera facile e non invasiva: vedremo vitamine, amminoacidi, antiossidanti, acidi grassi, minerali, ma altresì tutti i sistemi del corpo, il metabolismo, la sintesi proteica, la presenza di virus, batteri, muffe, spore, la presenza di sostanze chimiche, metalli pesanti, campi elettromagnetici.

Inoltre il report offre un piano alimentare a 90 giorni con la segnalazione dei cibi che energeticamente non favoriscono l’organismo nel lasso di tempo.

Perché la saliva, oltre al bulbo del capello

Il bulbo del capello, come abbiamo spiegato, è uno dei biomarcatori più potenti che abbiamo. Il capello è l’archivio in cui si depositano informazioni relative alle attività metaboliche, alle sostanze inquinanti. La bobina di spettro SDrive lavora sullo spettro che va dall’infrarosso all’ultravioletto ed è in grado di leggere oltre 800 marcatori epigenetici che altrimenti non potremmo analizzare. Le informazioni epigenomiche nella saliva hanno origine dalle cellule provenienti dai rivestimenti interni della bocca e dai globuli bianchi. La saliva e i bulbi piliferi, che rappresentano l’archivio del nostro organismo, vengono digitalizzati insieme sulla bobina di spettro SDrive per fornire un’ampia gamma di fattori epigenetici, che costituiscono il fondamento del report personalizzato da consegnare al medico.